Sabrina Sansonetti

La politica deve essere la bussola e scegliere la localizzazione del gasdotto TAP

Leggo da giorni tanti punti di vista espressi a mezzo stampa sul gasdotto Tap.
A tal proposito Loredana Capone dichiara “è Tap che deve indicare un altro sito quello di San Foca non va bene”. Non condivido minimamente questo punto di vista, ne tantomeno il potere che le camere hanno dato alla societá con la firma dell’accordo internazionale che prevede che sia “presentato da Tap nei pressi di Lecce”.

Ritengo che non possa essere la società che si è aggiudicata la realizzazione del progetto che debba fare la scelta!
Bisogna fermare tutto! Dalla pubblicitá ingannevole ed invadente proposta dalla soc. Tap con l’utilizzo delle immagini delle nostre marine…icone del Salento, ai saggi in mare!

Ho sostenuto il progetto politico regionale proposto da Vendola, mi sono candidata e spesa con convinzione e fiducia, perché tra le linee di mandato vi era l’impegno a non trivellare il mare, a difendere il territorio, l’ambiente.
In questi anni sono state utilizzate ingenti risorse pubbliche per sostenere il turismo, anche dal punto di vista di tratte aeree…scelte lungimiranti che hanno portato la nostra regione a posizionarsi tra le mete più ambite al mondo…ragion per cui oggi è la politica che deve farsi carico ed assumersi la responsabilità della scelta…e deve esercitare il potere che ha…che può essere anche quello di…impugnare la ratifica dell’accordo internazionale che lede i diritti attribuiti per legge alla Regione Puglia in materia di posizionamento.

Per memoria è utile ricordare che le marine di Melendugno sono state le uniche nel Salento ad ottenere le 5 vele di Legambiente, che la “grotta della poesia” di Roca è stata riconosciuta tra le 10 piscine naturali più belle al mondo…che San Foca si trova a ridosso delle Cesine riconosciuta come Riserva Naturale, ecc

È la politica delegata a tracciare le linee guida e le strategie del proprio territorio, difenderne le peculiarità, la salute e sicurezza dei sui cittadini.

Per le motivazioni e criticitá documentali presentate nel Contro Rapporto VIA, acquisito dal Ministero, il progetto è irricevibile…così come denunciato in tutte le sedi da parte di noi cittadini, tecnici, medici, provincia ed enti salentini, associazioni…con il quale esprimiamo la nostra contrarietà ritenendo che oltre ad essere un’opera dannosa sia inutile.

L’augurio è che la Commissione VIA Regionale possa esprimersi per la seconda volta negativamente e che la Regione possa attivarsi fattivamente per quanto di competenza….con amore per il nostro Salento, per il nostro Pianeta…a difesa della Vita.

Noi vi abbiamo delegato a rappresentarci…è questo il mandato dei cittadini!
Con fiducia, Sabrina Sansonetti

About author

Related Articles

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *